Tre tappe e tre incantevoli location per Sissy Castrogiovanni, di ritorno nella sua amata Sicilia per presentare live il suo nuovo disco intitolato Terra, un album pubblicato dall’etichetta Manū Records e registrato insieme a un nutrito e prestigioso parterre di musicisti blasonati in ambito internazionale come Lihi Haruvi (sax soprano), Tim Ray (pianoforte), Jesse Williams (contrabbasso e basso), Jorge Perez-Albela (batteria e percussioni) e Jamey Haddad (percussioni), più gli ospiti Puccio Castrogiovanni (marranzano e zampogna), Claudio Ragazzi (chitarra), Marcus Santos (percussioni) e Fabio Pirozzolo (tamburi siciliani), oltre a un gruppo vocale e a un quartetto d’archi. Nel tour siciliano, invece, che prevede la prima data giovedì 24 marzo alle 21:00 al “Teatro ABC” di Catania (in seno al Catania Jazz), la seconda al “Teatro Golden” di Palermo venerdì 25 alle 21:00 (Nomos Jazz) e in chiusura sabato 26 alle 21:00 al “Teatro Margherita” di Caltanissetta (Women in Jazz), Sissy Castrogiovanni calcherà il palco assieme a Tim Ray (pianoforte), Jesse Williams (contrabbasso e basso) e Jorge Perez-Albela (batteria e percussioni). Concepito in pieno solco contemporary jazz, intriso di deliziosi intarsi armonici e inebrianti metriche dispari, Terra è

un immaginifico dipinto sonoro dagli effluvi mediterranei, dal calore siculo e africano, un sapido mélange stilistico che accoglie abbacinanti colorazioni tipiche della world music e dell’ethno jazz, pur senza mai prescindere dai preziosissimi elementi di chiara declinazione jazzistica più tendenti alla tradizione. Eccezion fatta per due brani (ri)letti e tratti dal repertorio tradizionale siciliano, il CD consta di composizioni originali figlie della fervida creatività di Sissy Castrogiovanni, anche autrice dei testi e degli arrangiamenti. L’artista siciliana descrive così il mood della sua creatura discografica: «Questo album è un inno alla stupefacente intelligenza e millenaria saggezza della Terra, che risiede anche nei nostri corpi, nelle nostre menti e nei nostri cuori. Un’intelligenza profonda, intrinseca in ogni singola cellula di cui siamo fatti, della quale dovremmo semplicemente imparare a fidarci. In una frase: Terra esorta a fidarci di questa saggezza e ad affidarci alla magia della vita». Terra Tour 2022 è una ghiotta occasione, non solo per i jazzofili della prima ora, di poter assistere a tre concerti dall’alto contenuto artistico, culturale ed emozionale, grazie alle notevoli qualità di Sissy Castrogiovanni e dei suoi tre formidabili partner.

Biografia

Musicista siciliana completa ed eclettica, dal talento cristallino, compositrice e arrangiatrice ma soprattutto raffinata cantante dal policromatico ventaglio timbrico, brillante nella gestione dell’intonazione, nella cura della dinamica e dell’emissione, Sissy Castrogiovanni è un’artista che grazie alle sue indubbie doti ha condiviso la scena al fianco di vere e proprie star del jazz mondiale come Bobby McFerrin, Jack DeJohnette, Patrice Rushen, Javier Limon, solo per menzionarne alcune. Ha esportato il suo talento a tutte le latitudini, in Europa, negli Stati Uniti e in Sud America. A tal proposito, particolarmente degni di nota i concerti alla “Symphony Hall” di Boston e al Parlamento Europeo. Alla sua intensa attività concertistica, affianca quella didattica come docente di canto presso il prestigiosissimo Berklee College of Music (Boston), per cui oggi è statunitense d’adozione e d’azione. Durante il suo ricco percorso artistico ha ottenuto numerosi consensi e raggiunto importanti traguardi come la vittoria al “Live Art Boston Award” e il piazzamento da finalista all’”International Songwriting Competition”, con un suo brano dal titolo Africannu. Anche la stampa specializzata internazionale, come le famosissime testate giornalistiche Down Beat e Jazziz Magazine, hanno elogiato le qualità di Sissy Castrogiovanni. Invece, per quanto concerne l’attività discografica, Intra lu Munnu è il suo primo album, un lavoro che ha suscitato un grande interesse specialmente da parte della critica musicale statunitense. Inoltre spicca la sua collaborazione con il batterista e percussionista Jorge Perez-Albela, per il quale (da cantante solista) ha inciso il CD The Time is Now (cantando in inglese, spagnolo e portoghese) – e SungDeep in collaborazione con Joey Blake. Da leader, invece, Terra è arrivato al ballottaggio per le “Nomination Grammy Awards 2020” in quattro categorie: “Best Vocal Jazz Album”, “Best Arrangement”, “Best Improvised Jazz Solo” e “Best Engineered Album